il rotolo

succede in italia…

dopo aver attraversato la corsia che espone 37 marche diverse di acqua poco più che distillata, provenienti da località distanti centinaia di chilometri da casa tua e tutte spergiuranti sul fatto che il loro quantitativo di sodio ti garantirà una vita piena di soddisfazioni con continue processioni al cesso, arrivi finalmente di fronte all’ultimo nome da spuntare sulla lista: la carta igienica.

ora, probabilmente non sei l’unico che ogni volta si pone la stessa domanda, ma non puoi fare a meno di rifartela per la centesima volta: perché sono così tante?

la funzione è sempre la stessa, ma ce ne sono a 2 veli, colorata, a 3 veli, profumata, a 4 veli, decorata, a 5 veli, con “strap” facilitato, a 1 velo, in rilievo, extra strong, extra long, ecologica, morbida, ruvida, discount, doppia durata, oppure con più caratteristiche abbinate e tutte in pacchi da 4, 8, 12, 16, 24 o anche 36 rotoli.

perché? perché tanto odio?

e allora rimani lì impalato per un sacco di tempo (considerando che anche 1 secondo di troppo per questa scelta è 1 secondo buttato), un sacco di tempo per capire cosa finirà nel carrello.

decidi che hai osservato abbastanza quindi, prima soppesi quella morbida, poi controlli quella discount, poi ti sembra di fare il pezzente, la posi, e prendi quella extra strong, decorata, al profumo di bergamotto delle montagne della sila, ma 4 rotoli costano come 1 kg di sottofiletto di chianina, e allora la riponi facendo una smorfia di accondiscendenza, come per dire “me pensa se bisogna spendere così tanto per pulirsi il ciappet?”, allora ti orienti su quella a 3 veli, soffice, con il giglio di firenze che è un “prodotto volantino” che ti può fornire 1500 punti fedeltà, con i quali poter ritirare, spendendo solo 5 €, uno “splendido piattino da frutta in ceramica bianca anti macchia”, ma anche questa non ti convince (hai già 17 servizi spaiati) e, allora, riprendi in mano quella discount, ma proprio in quel momento ti passa vicino una casalinga di voghera, appena uscita dal parrucchiere, che ti lancia uno sguardo carico di malcelato disprezzo, e senza volerlo dici “ero solo curioso di vedere dove la facevano”, la riposi nuovamente e prendi quella ecologica sbiancata con l’ossigeno di “villa serena”, ma poi pensi che tanto i cinesi non si puliscono con la carta e che quindi la foresta amazzonica è ancora salva, la posi e prendi quella fatta con cellulosa proveniente dalle sequoie dei parchi della california, però ti senti in colpa e quindi posi anche questa, ti guardi attorno, non vedi nessuno, e con un movimento fulmineo fai finire quella discount sotto il pacco da 10 kg di anelli di totano prefritti.

e finalmente puoi dirigerti verso la cassa, sperando di non incontrare nuovamente la cotonata casalinga di voghera.

ecco…in india sono più pratici.

i figli di sandokan quando vanno a comprare la carta igienica ne trovano di 3 tipi, e tutti impacchettati in singolo rotolo: quella che si disintegra in 247 pezzi appena ne adagi un foglio in mezzo alle chiappe, quella in versione deluxe  e quella jumbo. generalmente la “deluxe” e come quella che si disintegra, solo più bianca.

sarà che cagano di meno? considerato che la metà degli indiani è (almeno) sovrappeso e che quindi da qualche parte dovranno spurgare i litri e litri di olio esausto di trattore per le fritture, la questione non è quanta ne fanno.

è che non hanno spazio sulla mensola sopra la tazza e nello sgabuzzino hanno l’altare di ganesh.

ah, giusto per la precisione, l’altra metà degli indiani mangia talmente poco che della carta igienica non sanno cosa farne.

Categorie: Tag: , , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...