il problema degli italiani

sono i numeri.

oltre, beh, al fatto che siamo tutti molto ignoranti.

ma la mancata comprensione dei numeri, che ti dovrebbero insegnare la matematica e la statistica, è sicuramente il problema peggiore.

da anni i reati diminuiscono costantemente e oggi, rispetto a 30 anni fa, si uccide, si scippa, si rapisce, si violenta molto meno. ma molto meno.

molto.

lo dicono i numeri. da 30 anni a questa parte.

vi ricordate? negli anni ’80, c’era un rapimento ogni settimana. e un regolamento di conti al giorno. e paolo villaggio faceva fantozzi che veniva derubato tutte le volte che andava in posta per la pensione. e le prigioni non erano piene solo di drogati e spacciatori come oggi.

ah…le violenze alle donne erano considerate un comportamento sociale accettabile, quindi non si sapeva realmente quanto gli uomini italiani fossero vili, codardi e violenti. oggi è più chiaro.

i reati continuano a diminuire anche se, da 20 anni, l’italia non è più abitata solo da italiani di settima generazione, ma anche da gente arrivata da lontano.

i reati continuano a diminuire. i reati continuano a diminuire. i reati continuano a diminuire. i reati continuano a diminuire. i reati continuano a diminuire. i reati continuano a diminuire.

i reati continuano a diminuire.

nonostante questo, c’è qualcuno che semina paura e terrore.

qualcuno che parla di armare di più gli italiani di settima generazione per trasformare l’italia in qualcosa un po’ più simile al paese con più morti in assoluto per sparatorie: gli stati uniti. paese di grande cultura in cui, chiunque, con le palle un po’ girate per una litigata, uno screzio, un malessere qualsiasi, o semplicemente fuori di testa, può scendere all’emporio, comprare una pistola e spararti.

anche un depresso, negli stati uniti, ha più possibilità di suicidarsi: con una pistola è più facile che con le lamette, il gas o una visione intensa di “porta a porta”.

ah, anche il fatto che il numero di armi a disposizione contribuisce all’aumento di morti è un numero ben documentato da centinaia di studi.

ma, anche in questo caso, sono numeri da recepire e capire.

quindi, sono incomprensibili sia negli stati uniti sia in italia.

perchè?

perchè agli italiani non piacciono i numeri.

preferiscono i riassunti del tipo: “gli stranieri rubano”, “gli stranieri uccidono”, “gli stranieri portano via il lavoro ai nostri volenterosi giovini”, “i vaccini servono ad arricchire le industrie farmaceutiche e fanno venire l’autismo e gli shock anafilattici”, ecc.

i numeri, invece, dicono che i reati sono in costante diminuzione, che gli stranieri rubano allo stesso modo che gli italiani, che gli stranieri uccidono meno degli italiani (almeno in italia), che non portano via il lavoro a nessun volenteroso italiano e che i vaccini, rispetto a prima della guerra, hanno allungato la vita anche del 100%.

la faccenda dell’autismo, poi, è una di quelle enormi vaccate nate da un articolo scritto da un medico poi radiato in quanto scoperto a falsificare i dati, nonchè a mentire per recuperare risarcimenti da famiglie con bambini autistici. per questo lo hanno radiato, perchè era un truffatore allo stesso modo di vannoni, quello che cercava (e cerca ancora in qualche paese dell’est europa) di carpire la buona fede di uomini malati o disperati per la malattia dei propri cari, curando il cancro con la fuffa chiamata “stamina”. ciarlatani che dovrebbero essere lasciati marcire in una prigione turca. ma gli amanti delle cospirazioni dicono che, invece, non è vero niente, che le big-farma hanno manipolato la verità e che i vaccini fanno venire l’autismo.

quanti vaccinati conoscete? e quanti autistici? voi siete stati vaccinati? siete autistici?

forse basterebbe solo guardarsi attorno senza paraocchi per riconoscere una vaccata.

gli italiani sono quasi come gli indiani.

in india c’è la più alta percentuale di santoni o “uomini illuminati” al mondo. gente che, anche con milioni di “fedeli”, hanno il conto in svizzera riempito anche dallo spolpamento del patrimonio di molti fedeli, possiedono ville e beni di lusso, abusano delle fedeli (o anche dei fedeli maschi) più manipolabili, oppure compiono crimini ben più allucinanti. per fortuna, da qualche anno, il governo centrale dell’india ha deciso di essere un po’ più coraggioso e, anche con il rischio di perdere migliaia di voti, sta rastrellando molti di questi santoni, raccogliendo prove (o semplicemente ascoltando le accuse delle loro vittime) e sbattendoli in galera.

perchè ci sono così tanti santoni? perchè ci sono tanti ingenui-ignoranti che si lasciano affascinare da un bel discorso spirituale e qualche trucco di magia (anche il famoso sathya sai baba è stato smascherato da filmati e prestigiatori, nonchè da reportage di media del livello di times e bbc…ma se sei un “fedele”, rimani un “fedele” anche davanti all’evidenza e preferisci credere che un essere umano possa “trasmutare la materia dalle mani”).

in italia ci sono molti meno santoni ma, quelli che ci sono, anche se li beccano, non vengono sbattuti in galera e continuano a manipolare i più ingenui.

anche se si mostrano i numeri che, in questo caso, sono le prove provate.

ma gli italiani, come anche tanti statunitensi e indiani, non amano i numeri e le prove.

preferiscono i riassunti di politici ignoranti ed opportunisti, oppure credere a grandiose cospirazioni, oppure bersi abili discorsi di uomini e donne fascinosi e carismatici.

sono più facili da ascoltare.

non si deve fare nessuno sforzo di elaborazione e ricerca.

non c’è nessun numero da comprendere.

orsù…andiamo ad armarci per sparare a qualche diverso da noi!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...