il colmo per un dittatore…

è diventare buono e dare fastidio ad un altro dittatore!

cosa accomuna trump, erdogan, mohammad bin salman e Jamal Khashoggi?

i primi 3 sono, proporzionalmente per la società che governano, 3 dittatori, mentre il quarto è un giornalista ucciso dal terzo nel paese governato dal secondo con la complicità politica del primo.

mbs di arabia è stato il primo boss di stato (anche se soltanto ufficioso) incontrato da trump nel suo primo viaggio all’estero dopo l’elezione di 2 anni fa.

si capisce quindi, quanto il figlio di papà più potente del mondo abbia a cuore l’amicizia economica e politica con uno degli ultimi paesi con un regime completamente dittatoriale (stanno meglio rispetto ai coreani del nord solo perchè vivono su un letto di petrolio).

mbs è un’altro figlio di papà molto potente e altrettanto psicopatico come trump (andate a controllare la lista di controllo per individuare i potenziali psicopatici http://www.minddisorders.com/Flu-Inv/Hare-Psychopathy-Checklist.html e fate caso se non combaciano tutti con il pericolo pubblico mondiale numero 1). e, come tutti gli psicopatici, mbs è arrogante, presuntuoso e pericoloso.

infatti ha fatto ammazzare Jamal Khashoggi all’interno del suo consolato ad istambul, in turchia, dove il padrone è erdogan: uno che in 5 anni ha smontato il laicismo turco trasformandosi in nuovo profeta, inventandosi, in maniera geniale, anche un finto colpo di stato per eliminare tutta l’opposizione interna.

Jamal Khashoggi era  un giornalista arabo fuggito dall’arabia proprio perchè, continuando a criticare il governo ombra di mbs (ombra solo perchè, in teoria, governa ancora il padre), aveva capito che era meglio cambiare aria.

l’aria l’ha cambiata andando negli stati uniti diventando un giornalista del washington post. si trovava in turchia per sposare la sua fidanzata e per questo doveva recuperare dei documenti nel consolato del suo paese di origine.

è stato ingenuo e troppo ottimista pensando che uno psicopatico non avrebbe mai infranto una delle regole politiche più radicate: ambasciate e consolati sono sacri.

Jamal Khashoggi aveva un appuntamento al consolato di istambul fissato qualche giorno prima, durante una precedente sua visita negli uffici diplomatici. mbs, quindi, ha potuto organizzare la sua dipartita in maniera chirurgica: ha fatto arrivare una quindicina di membri della sua polizia segreta il giorno dell’appuntamento (ci sono le prove dell’arrivo all’aeroporto), questi lo hanno prima interrogato, poi torturato e, infine, ucciso, dopo di chè  lo hanno fatto a pezzi (una delle spie è un medico anatomopatologo) infine se ne sono ripartiti lo stesso giorno per destinazioni diverse (ci sono le prove della partenza dall’aeroporto).

ora, che 15 cittadini arabi, funzionari del governo di mbs, arrivino e ripartino lo stesso giorno in cui un fastidioso critico di mbs si deve recare in un consolato arabo, da dove è scomparso, è già abbastanza comprovante.

il fatto è che la polizia turca, e quindi erdogan, era certa di cosa fosse successo già lo stesso giorno.

e come fa un qualsiasi organo di polizia a scoprire un qualsiasi reato quasi in tempo reale?

  • una talpa…
  • un testimone pentito…
  • una telecamera o/e dei microfoni nascosti.

escludendo il testimone (i sensi di colpa impiegano un po’ di più che un paio d’ore a maturare), rimangono solo la talpa o le telecamere.

ma visto che sembra che ci siano registrazioni audio e video a testimoniare l’interrogatorio, la tortura e l’uccisione di Jamal Khashoggi ed escludendo la possibilità che una talpa si sia riuscita ad infiltrare con microfoni e telecamere tra i 15 funzionari arabi arrivati apposta per uccidere il giornalista, rimane una sola possibilità:

  • la turchia spia tutti i consolati e ambasciate presenti sul suo territorio (o almeno, spia le sedi diplomatiche importanti…quella dell’italia credo che sia “pulita”).

adesso inizierà una di quelle pantomime politiche in cui tutti sanno cosa è successo ma non si può dire.

a meno che, ad erdogan non girino talmente tanto le palle che qualcun’altro abbia utilizzato la sua casa per cagarci dentro che decida di mettere da parte tutta la diplomazia di pulcinella e accusi direttamente mbs…ma così facendo, ammetterebbe che spia tutti quanti. a meno che, non faccia partire un’altra pantomima in cui dica che spiava soltanto il consolato di istambul perchè aveva avuto una precedente soffiata.

e trump?

a trump, benchè essere tra i più amorali mai esistiti, deve bruciare molto il culo.

è evidente che mbs ha potuto fare quello che ha fatto perchè si sentiva protetto dall’amicizia politica del parrucchino pel di carota più buffo del mondo.

forse ci sarà gente con molti soldi che smetterà di fare affari con gente che si permette di ammazzare giornalisti in maniera così sfacciata.

e forse sarà la punizione peggiore.

Un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...