siamo alla frutta…della ragione

in questi giorni ho letto delle notizie assurde.

assurde nel senso che, fino a 15 anni fa, sarebbero state bollate come fuori da ogni logica, frutto di menti malate e degne di essere denunciate.

due, in particolare, mi sono rimaste appiccicate agli occhi, sbarrati, talmente erano increduli.

la prima riguarda trump che, ormai senza tema di smentita, è diventato il capo di stato più paradossale mai esistito sulla faccia della terra.

già mi ha emozionato quando l’ho sentito confermare il suo sostegno e stima a mohammad bin salman, il boss dell’arabia saudita, nonostante abbia appena fatto squartare nel consolato arabo di istambul Jamal Khashoggi,  un giornalista del washington post. però, forse, trump lo apprezza proprio per questo (visto che lui, a differenza di frank underwood, non può uccidere i giornalisti).

trump ha dichiarato in una intervista che il suo amico putin è certamente invischiato in omicidi ma ha fiducia in lui perchè, gli omicidi, non sono mai avvenuti negli stati uniti (anche se la giustificazione non è proprio chiara, come ogni volta che parla. potrebbe anche aver detto che ha fiducia in lui nonostante gli omicidi e che, però, questi non sono avvenuti negli states…che poi dimostrerebbe ugualmente la sua pazzia).

ce ne sarebbe per dichiararlo insano di mente e sbatterlo in una cella non imbottita (in modo che possa farla finita in fretta).

in pratica ha detto che un capo di stato che fa ammazzare la gente in giro per il mondo è degno del suo sostegno, almeno fino a quando non ammazza qualcuno negli u.s.a.

e, infatti, sostiene anche mohammad bin salman. ed è proprio grazie anche a questo sostegno che il cicciobomba arabo ha deciso che poteva fare smembrare un suo denigratore in un suo consolato estero.

[apro una parentesi perchè mi pare il caso. ci pensate solo per un attimo…mbs ha fatto uccidere un uomo che lo infastidiva (perchè si tratta di questo, solo fastidio) in un’altra nazione e non lo ha fatto uccidere con il gas, veleno o suicidato con i barbiturici…no, prima lo ha fatto torturare e poi affettare, sembra mentre era ancora vivo. è un modus operandi che erutta arroganza e sicurezza di impunità. impunità garantita proprio grazie al presidente degli stati uniti, paese democratico e libero, quello del sogno americano]

siamo nelle mani di uno psicopatico figlio di papà, truffatore ed evasore e di due novelli gengis khan intenti a conquistare il mondo in tutte le maniere: trump l’arancione, putin il rosso e xi jinping il giallo.

una, invece, che fino a 6 mesi fa contava come un manganello ammaccato e non poteva conquistare niente, era alessandra mussolini.

che è la creatrice dell’altra notizia che mi ha allucinato.

l’ex attrice e parlamentare ha dichiarato che denuncerà chi offende suo nonno, benito mussolini, il duce.

lasciamo perdere la questione dell’apologia al fascismo, che rimane (ancora per poco, ne sono certo) un reato.

una persona che fa apologia del fascismo da sempre ha dichiarato, in una delle tante trasmissioni che continuano ad invitarla (e ci sarebbe da capirne il motivo), che non è più possibile dire che suo nonno è stato un dittatore omicida che ha portato il nostro paese nel baratro economico e vincolante ai voleri statunitensi da cui non è più uscito (baratro approfondito negli anni grazie a leggendari governi democristiani, socialisti e berlusconiani, ma questa è un’altra storia).

la giustificazione è sempre la stessa: il duce ha portato una discreta stabilità sociale ed economica e quindi tutto il resto (dalle leggi razziali, al colonialismo becero e all’alleanza con nazisti e imperialisti giapponesi) non conta. il fatto poi, che la stabilità sociale l’abbia sviluppata a manganellate è irrilevante.

presto arriverà il pronipote di hitler a dire che il suo parente è stato frainteso e che i lager erano soltanto spa con gestori e manutentori poco attenti.

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...