c’e’ancora posto per la ragione?

devo fare un doloroso annuncio…ma, probabilmente, già lo sapete.

dopo una lunga malattia, nel suo letto di atene, il 30 novembre, è spirata la ragione.

non si è più riavuta dal 15 ottobre, giorno in cui, il leader della lega senza nord, politico più votato d’italia, si è mostrato in pubblico con una mascherina pro-trump, l’essere vivente con meno rispetto del genere umano che sia mai comparso su uno scranno politico (anche più dei tiranni africani…a loro non frega un cazzo solo dei  loro connazionali africani). la mascherina, ovviamente, era una chiara lisciata nella speranza che vincesse il ciccio-arancio, ma appoggiare un essere come trump dimostra una profonda antipatia per l’umanità.

la ragione, dopo aver visto quel triste spettacolo, è entrata in coma.

ma un coma semi-vigile: ogni tanto, con tanto sforzo, stringendo i denti, cercava di riaversi.

dopo le elezioni americane, anzi, dopo i primi 3 giorni successivi alle elezioni americane, quando lo sconfitto ha iniziato a inventare le più becere scuse di brogli pur di non dichiararsi tale, la ragione ha definitivamente capito che, probabilmente, il genere umano non aveva più speranza.

ma un piccolo lumicino, negli occhi un tempo vivaci, si poteva ancora scorgere.

poi, in una stessa giornata, ha avuto notizia di manifestazioni di “credenti” in trump e negazionisti del virus sars-cov-2.

 “credenti” in trump perchè solo coloro che detengono una fede indissolubile possono credere che donald “duck” trump sia onesto ogni qual volta non parli solo dell’uso che farebbe delle donne (solo quelle giovani e siliconate).

invece, riguardo a quelli che credono

  • che oltre 200 milioni di operatori sanitari nel mondo (in italia sono 1 milione e 200.000…UN MILIONE E 200.000, CAZZO!!!) si siano messi d’accordo (TUTTI, CAZZO!!!) sul fingere l’esistenza di un virus che debilita milioni di persone e uccide (da novembre) il 2,3% dei contagiati nel mondo (il 3,5% in italia, ma a giugno la percentuale è arrivata a 14,5);
  • che gli oltre 200 medici, solo in italia, morti di covid-19, siano in realtà morti perchè soros gli ha mandato l’antrace per posta;
  • che tutti i funzionari degli istituti di statistica mondiali stiano taroccando i dati sulle morti dei ultimi 10 mesi (l’istat ha da poco diramato i dati: da inizio anno e fino al 30 settembre, rispetto alla media dal 2015 al 2019, in italia sono morte 43.000 persone in più);
  • che le centinaia di migliaia di becchini nel mondo si siano messi d’accordo nel seppellire un sacco di forzieri per poi organizzare cacce al tesoro;
  • che gli almeno 30.000.000 di contagiati dal sars-cov-2 con sintomi (ho approssimato in difetto) siano stati, in realtà, tutti suggestionati da bill gates;
  • e poi…e poi mi sono rotto il cazzo di trovare delle giustificazioni a quello che penso essere la più grande manifestazione di sanpietria con prosciutto sugli occhi della storia del genere umano (la sanpietria con prosciutto sugli occhi è uno stato neurologico che impedisce di credere ad una cosa anche se la cosa medesima è palesemente manifesta davanti al paziente).

[qui si parla solo dell’esistenza del virus, non dell’origine, diffusione o altro]

ebbene, la ragione, dopo aver visto le immagini delle 2 manifestazioni, non ce l’ha più fatta.

erano le 18:47, ora di atene, del 30 novembre 2020…ha guardato verso l’alto, ha tirato un lungo respiro e ha sussurrato, alla sua cara amica, anche lei malridotta, la logica, un frase che conteneva più imprecazioni di quante ne avesse mai dette in tutta l’eternità…

ma che cazzo! come si fa ad essere così coglioni!”

dopo di chè, spirò.

la logica, una volta riavutasi dal dolore, si è presentata in conferenza stampa per comunicare la notizia al mondo.

e questo è ciò che ha detto.

“devo dare un triste annuncio. la mia cara amica, la ragione, è appena spirata.

ormai era da tempo stanca.

una volta mi confidò che iniziò a sentire il peso degli anni quando, in italia, sentì l’allora capo del consiglio, con tante conoscenze mafiose, andreotti, dire che la sua nazione era la terza potenza mondiale. e poi, sempre in italia, mi disse che ebbe un infarto dopo che l’ennesimo evento naturale, assolutamente prevedibile, uccise 200 persone e sentì dire dai politici del luogo “non si poteva fare niente”.  e poi, sempre in italia, si sentì mancare quando vide che gli italiani votarono un politico chiaramente entrato in campo solo per salvarsi il culo (perdonatemi la schiettezza, ma la mia amica disse proprio così…culo). e poi, sempre in italia, subì una tracheotomia quando il governo decise per il quarto o quinto condono edilizio, non ricordo. e, una volta uscita dalla sala operatoria, mi disse: “è impressionante come esistano degli italiani che si ostinano a pagare le tasse e a seguire le leggi quando, invece, l’altra metà fa come vuole perchè tanto sa che, prima o poi, viene fuori il berlusconi di turno che condona tutti”. Adesso che ci penso, probabilmente è stata l’italia a debilitarla di più. Anche se, negli ultimi 20 anni, era preoccupata soprattutto degli stati uniti (cina e russia non l’hanno mai preoccupata più di tanto, perchè sono sempre stati coerenti: qui da noi, no-libertà, ya!).

comunque, da quando nel mondo si è diffuso l’ennesimo virus pandemico, ha visto sempre più frequentemente che gli esseri umani la stavano abbandonando. mi diceva che non riusciva a capire  tutti quegli uomini arrabbiati urlare contro i governi e appoggiare le opposizioni che, però, si stanno guardando molto bene dal farli cadere; era l’italia, come al solito, che la faceva più soffrire. perchè i leader dell’opposizione (che in primavera hanno cercato di cavalcare l’onda del no-mask salvo, poi, rimettersela quando si sono accorti che solo la parte del loro elettorato più cialtrone li stava seguendo) non hanno fatto cadere il governo tanto bistrattato? eppure hanno avuto tante occasioni, mi diceva.  e poi mi tirava in ballo dicendo: “non ha logica”.

ma adesso non serve a niente recriminare. purtroppo, la ragione è morta.

adesso potremo contare soltanto un po’ su di me.

però non è che mi senta tanto bene. spero di essere ancora qui con voi il prossimo anno”.

e così, la logica, ha confermato ciò che da qualche ora già serpeggiava sui social con messaggi felici ed entusiastici.

la ragione è morta…

lunga vita ai social!

Categorie: Tag: , , , , ,

Un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...